Mastoplastica additiva: i formati più utilizzati

Mastoplastica additiva i formati piu utilizzatiQuali sono i formati più comuni delle protesi mammarie utilizzate per un intervento di mastoplastica additiva? Una primaria distinzione può essere compiuta tra protesi saline e quelle al silicone. Un confronto tra le due ha decretato una vittoria schiacciante per il silicone.

Circa l’80% delle pazienti che si sottopongono ad una mastoplastica additiva scelgono infatti di lasciarsi impiantare delle protesi appartenenti a questa tipologia, evidentemente convinte dalla maggiore bontà dell’operazione.

Per quanto invece concerne il confronto tra protesi voluminose e moderate, emerge che gli impianti più voluminosi conferiscono al profilo della paziente più proiezione e hanno un diametro di base minore, con forma leggermente ovale rispetto allo stile moderato. Di contro, gli impianti moderati non conferiscono al profilo molta pienezza e sono completamente circolari, occupando più spazio in orizzontale sulla parete toracica, rispetto agli impianti più alti e voluminosi. Da una recente statistica, è emerso che l’86% delle pazienti preferisce il primo tipo di protesi.

Infine, sul fronte delle dimensioni, ricordiamo come le protesi mammarie siano disponibili in una vasta gamma che comprende i 200, i 350 cc, i 400 cc, i 450 cc, e misure intermedie fino agli 800 cc. Per avere un’idea di quanto possa corrispondere una protesi con un volume da 200 cc fino agli 800 cc, basta prendere un grande cucchiaio da cucina, e aggiungere tanti cucchiai di acqua ad una tazza quanti ce ne vogliono per raggiungere la quantità desiderata, tenendo conto che 1 cc = 1 ml. Successivamente, è sufficiente riempire di acqua fino al numero di ml di (cc) desiderati, e versare l’acqua in un sacchetto di plastica. Avrete davanti ai vostri occhi una rapida stima della dimensione del nuovo impianto. Naturalmente, per ottenere una stima più precisa e per farvi un’idea migliore delle dimensioni dell’impianto, dovreste chiedere al vostro chirurgo plastico l’esatta dimensione del campione.